Registri unioni civili: lettera alla RTP

Spett.le redazione,
relativamente alla puntata di ieri di “Oltre il TG”, cui ospite è stato il presidente Alessandro Russo e durante la quale si è discusso della delibera con cui la V^ circoscrizione avrebbe istituito il Registro delle unioni civili, ritengo necessario precisare che su temi di carattere etico, riguardanti l’intera società, sarebbe quanto mai opportuno prevedere un contraddittorio ciò allo scopo di far sì che tutte le posizioni culturali e sociali in materia di famiglia possano avere diritto di parola. I dibattiti a senso unico, purtroppo, non servono a nessuno.

Poi per quanto riguarda la notizia in sé, non si può non sottolineare come la delibera della V^ circoscrizione non abbia nessun valore materiale per le c.d. unioni civili, considerato che i Comuni, che hanno molti più poteri, possono al massimo offrire qualche alloggio e servizio (sottraendolo alla normali famiglie) e nulla più.

Inoltre, i cosiddetti “registri delle unioni di fatto”, che con tanta enfasi, ma con poco seguito, sono adottati da alcuni comuni italiani, non solo non hanno, per sé, alcuna rilevanza giuridica, ma nella misura in cui sono funzionali a mettere sullo stesso piano, nelle politiche sociali, la famiglia rispetto a tali unioni, contrastano con i principi generali dell’ordinamento giuridico. Occorre, infatti, tenere ben presente, la distinzione tra interesse pubblico e interesse privato. Il matrimonio e la famiglia rivestono un interesse pubblico, e come tali, devono essere riconosciuti e protetti. Le unioni di fatto, invece, sono la conseguenza di scelte e comportamenti privati, e su questo piano privato dovrebbero restare. Il loro riconoscimento pubblico, con la conseguente elevazione degli interessi privati al rango di interessi pubblici, sarebbero pregiudizievoli per la famiglia fondata sul matrimonio, e costituirebbero un’evidente ingiustizia rispetto al principio fondamentale secondo cui ad un diritto corrisponde un dovere. A differenza delle unioni di fatto, infatti, nel matrimonio si assumono pubblicamente e formalmente impegni e responsabilità di rilevanza per la società, esigibili sul piano giuridico.

Come si può ben notare la realtà è sempre molto più complessa di come si vorrebbe farla apparire, ecco perché su temi eticamente sensibili è sempre bene sentire tutte le campane, altrimenti si corre il rischio di essere giudicati come faziosi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: